Associazione italiana barmen e sostenitori: dalla fondazione ai nostri giorni

AIBES-1Nell’immediato dopoguerra, accantonate in parte le preoccupazioni, l’Italia può riscoprire i piaceri di ogni giorno. In questo clima l’A.I.B.E.S., Associazione Italiana Barman e Sostenitori, viene fondata il 21 Settembre 1949, per iniziativa del Conte Antonio Spalletti Trivelli, possidente. L’iniziativa del conte viene condivisa da altre nove persone:
Giorgio Tremi, ingegnere e cavaliere del lavoro; Cesare Ponti,banchiere; Enrico De Andria, antiquario; Max Imbert, antiquario; Pietro Grandi, commendatore e direttore d’albergo; Rigoletto “Rigolo” Bendetti, barman; Giovanni Belloni, commerciante e pittore; Federico Pariani, ingegnere; Max Origoni, industriale.

Un barman, quindi, ed un albergatore, ma ben otto estranei all’ambiente del pubblico esercizio fra i suoi fondatori. L’A.I.B.E.S., nella storia, è l’unica associazione di categoria voluta e promossa, più che dai facenti parte, dai suoi clienti. Infatti il primo presidente dell’associazione, il promotore Antonio Spalletti Trivelli, ben presto cede l’incarico a Pietro Grandi, rimanendo però Presidente Onorario.

I presidenti dell’A.I.B.E.S., dalla fondazione, sono stati: Pietro  Grandi, Angelo Zola, Stefano Preti, ancora Angelo Zola, Luigi Parenti, Umberto Caselli, Giuseppe Diani, Ferruccio Bocus, fino ad arrivare all’attuale terza presidenza di Umberto Caselli. La prima sede dell’A.I.B.E.S. fu l’Albergo dei Cavalieri, in Piazza Missori 1, a Milano. Alla prima lettera, spedita il 17 Novembre 1949 nei bar più prestigiosi d’Italia, risposero 29 barmen professionisti che si erano distinti per la serità con la quale svolgevano il loro lavoro. E quei 29 barmen furono il nucleo originario dell’A.I.B.E.S. Oggi, e questo è un dato che fa capire la crescita dell’associazione, i soci sono circa 3.300.
Il primo concorso organizzato dall’A.I.B.E.S. si svolse a Torino, dal 3 al 5 ottobre del 1950. Lo sponsor era Martini & Rossi. Le finalità di quel concorso si possono ricavare dalla motivazione “Accrescere la preparazione professionale e fornire una specifica esperienza in materia di concorsi ai barman italiani, i quali, in avvenire, saranno chiamati  a difendere nelle competizioni internazionali la nobile tradizione italiana”. 

L’A.I.B.E.S. è altresì membro fondatore dell’Associazione Internazionale dei barman. Tale associazione, che, in ossequio alla diffusione della lingua inglese, verrà sempre denominata con la sigla I.B.A. (International Bartenders Association), fu costituita a Torquay, cittadina della costa meridionale inglese, il 24 Febbraio 1951.
Garantire un’adeguata preparazione e qualificazione professionale dei propri soci è sempre stato l’obiettivo principale dell’A.I.B.E.S. Dalla fondazione ad oggi, l’attività dell’associazione italiana è proseguita con successo. Accanto ai soci effettivi sono aumentati anche i Soci Sostenitori ed onorari.
Cinquanta anni di storia riassunti in poche righe: un’impresa ardua, ma nel tempo stesso facile, perché in questo mezzo secolo l’A.I.B.E.S. ha conservato intatta, senza il minimo mutamento, la politica fissata dallo statuto del 1949: quella volta alla tutela e all’insegnamento della professione, affinché un barman A.I.B.E.S. sia in ogni caso giudicato un professionista inappuntabile.

Comments are closed.