Al Caffè dei Costanti la conferenza stampa di presentazione di Aritmie

13 Mar  0 Eventi e News

aritmieconferenzastampa-683x408

Spicca, tra le caratteristiche dei media attuali, quella di evidenziare con enfasi i fatti più appariscenti, a volte anche a scapito di altri, magari altrettanto importanti. Sabato scorso, al Caffè dei Costanti, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione di Aritmie, il nuovo contenitore di incontri aretini intorno alla filosofia, all’arte, alla storia, alla letteratura e alla scienza. Si tratta delle Aritmie che riguarderanno Arezzo e gli aretini (illustri e non), ma anche questioni di interesse universale, e avranno il compito di produrre delle scosse si spera capaci di alterare il calmo battito della vita aretina nel periodo invernale. Quest’anno saranno Aritmie primaverili, perché i tempi per l’organizzazione lo hanno imposto, ma dal prossimo anno, questa è l’intenzione, fungeranno da contraltare invernale di Icastica, che diverrà sempre di più un contenitore estivo di eventi vari legati alle eccellenze contemporanee.

Tornando alla primavera, a partire dal 12 marzo prossimo e per circa tre mesi, la città sarà sede di piccoli grandi eventi che saranno possibili grazie alla collaborazione, non tanto e non solo formale, quanto concreta, delle varie istituzioni culturali consolidate da tempo in città. Saranno infatti la branca aretina dell’Università di Siena, la Fraternita dei Laici, la Fondazione Guido d’Arezzo, L’Accademia Petrarca e la Biblioteca aretina ad affiancare il Comune nell’operazione. Questa è la vera notizia, perché non si ha memoria del fatto che sia mai accaduto qualcosa di simile in precedenza.L’amministrazione comunale, assessore Macrì in testa, si è fatta promotrice della manifestazione che è cresciuta man mano con l’adesione entusiastica delle varie istituzioni. Sta succedendo così qualcosa di grande e dobbiamo tutti esserne felici.

Aritmie1-occhio

Aritmie porterà alcuni dei maggiori filosofi contemporanei ad Arezzo (Bauman e Sini, tra questi), e non per una toccata e fuga, ma per tre giorni ciascuno (con spazi importanti dedicati all’incontro con i nostri studenti). Sarà la manifestazione che darà la possibilità ad alcuni tra i migliori professionisti aretini in ambito musicale, di esprimersi di fronte al pubblico della propria città; darà anche l’opportunità, a chi vorrà partecipare agli incontri che si terranno presso la sede dell’Accademia Petrarca (altra istituzione storica che si mette a disposizione in occasione di Aritmie), sotto il titolo di Pensieri e Parole, di confrontarsi su argomenti di interesse comune. E cosa dire del fatto che si parlerà dei grandi aretini del passato in un modo nuovo e inedito, che metterà di fronte esperti di livello nazionale (profondi conoscitori degli avi di cui andiamo orgogliosi, ma che spesso frequentiamo poco) con quelli del nostro territorio. Sarà qualcosa di diverso dalle solite conferenze, qualcosa di più simile a confronti aperti durante i quali emergeranno vite, caratteristiche e contraddizioni di persone complesse, prima che personaggi.

Buon divertimento, con il cibo per la mente che servirà Aritmie.

Il programma potrà essere consultato cliccando qui e entrando nella pagina riservata ad Aritmie del sito internet del Comune di Arezzo.

http://www.arezzonotizie.it/blog_redazione/si-sta-verificando-fatto-storico-citta-della-pur-importantissima-lunga-visita-z-bauman/

Comments are closed.